LA SCENA DELLE DONNE 2021

La Scena delle donne è una manifestazione consolidata a livello nazionale ed internazionale di teatro delle donne che si svolge in Friuli Venezia Giulia da sedici edizioni. Fa parte delle iniziative che a livello mondiale si stanno realizzando per favorire la partecipazione in modo paritario delle donne a tutti gli ambiti della vita collettiva e vuole contribuire alla trasformazione culturale della società affinché il punto di vista, l’approccio e la visione della metà dell’umanità rappresentata dalle donne abbia pari visibilità e diffusione.
La Scena delle donne nelle diverse edizioni ha presentato spettacoli di drammaturghe e registe italiane e del mondo per dare spazio alla ricca produzione creativa femminile per il teatro che ancora sconta in Italia, e non solo, una scarsa notorietà, per cui solo il 20% degli spettacoli rappresentati vede autrici e registe, rimanendo il piano della rappresentazione ancora prevalentemente maschile, determinando non solo una disparità di visibilità fra i due sessi nell’ambito artistico, ma anche la mancanza nei testi rappresentati del punto di vista, dello sguardo e dell’immaginario femminile.
Si è sentita l’esigenza inoltre di stimolare le giovani generazioni nel produrre opere teatrali e messe in scena scritte e dirette da donne con un concorso nazionale e momenti di incontro e scambio fra attrici, registe e drammaturghe per un confronto sul teatro e le donne oggi in Italia e nel mondo.

La rassegna è realizzata con il sostegno del Mibac, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli. In collaborazione con i Comuni di Pordenone, San Giorgio della Richinvelda, Cordovado e Prata di Pordenone, Voce Donna Onlus centro antiviolenza Pordenone e Antoniazzi Franco srl.

 

LogoSCENA21

 

03 SETTEMBRE | PORCIA - Villa Dolfin - ore 20.45
ariannaaddonizioLA STANZA DELLE ANIME | le donne della Divina Commedia oggi
di e con Arianna Addonizio
regia di Bruna Braidotti | assistente alla regia Tania Chirino
musiche di Nicola Milan
Una donna decide di iniziare un viaggio interiore per conoscere se stessa ed incontra alcune anime femminili a cui Dante dà la parola nella Divina Commedia. Prendono vita così i personaggi evocati in altrettante donne contemporanee che riproducono con poche differenze gli stessi percorsi di vita 700 anni dopo.

05 SETTEMBRE | PORDENONE - Parco del Castello di Torre - ore 20.45
principesse sfumaturePRINCIPESSE E SFUMATURE
Compagnia Valdrada
di e con Chiara Becchimanzi
Un diario di una psicoterapia tragicomica propone uno sguardo piccante, sincero, acuto, femminile e soprattutto esilarante sui cliché di genere (e non solo).
 
06 SETTEMBRE | PORDENONE - Ex Convento San Francesco - ore 20.45
Signorina21piccolaSIGNORINA, LEI E' UN MASCHIO O UNA FEMMINA?
di Gloria Giacopini e Giulietta Vacis
con Gloria Giacopini
Lo spettacolo mette in scena la lotta per affermare un’identità personale e non condizionata dagli stereotipi di genere. Costellano il percorso di ricerca personaggi di tutti i tipi, amichette angeliche, suore generalesse, mamme isteriche o depresse al ritmo delle reclame degli anni ‘90.

07 SETTEMBRE | PORDENONE - Auditorium Concordia - ore 20.45
bar moments1BAR MOMENTS
Compagnia Teatro Umano
Produzione Laboratori Permanenti
con Richard Martinez, Davide la Fauci, Caroline Montes
In un bar di provincia, alle porte del 1940, si svolge la vita modesta e monotona di Lila, proprietaria del bar, di sua figlia e di altri cinque ordinari avventori. Personaggi che si incontrano e scontrano, mostrano le loro contraddizioni e ci ricordano quanto sia labile il confine tra passato e presente. La maschera contemporanea permette un racconto in forma di commedia, che in modo leggero e divertente fa riflettere sul ripetersi quasi disarmante dei corsi e dei ricorsi storici.
  
DAL 9 AL 12 SETTEMBRE
LA GIOVANE SCENA DELLE DONNE
festival-concorso dedicato a giovani attrici ed attori professionisti che portano in scena spettacoli che trattano della situazione culturale e sociale delle donne nella contemporaneità e nella storia.
Durante la settimana si susseguiranno a Pordenone e nei comuni limitrofi diversi eventi, di seguito i link alle pagine dedicate
SPETTACOLI IN CONCORSO per maggiori informazioni ed il programma degli spettacoli clicca qui
WORKSHOP DI DRAMMATURGIA "LA SCENA DEL FEMMINICIDIO come affrontare scenicamente il tema del femminicidio" per maggiori informazioni sulla tematica trattata clicca qui
INCONTRO Nazionale Operatrici dello Spettacolo "PARITA' DI GENERE NELLE ARTI PERFORMATIVE" per maggiori informazioni sull'incontro e su come partecipare clicca qui
 
12 SETTEMBRE | PORDENONE - Auditorium Concordia - ore 20.45
Intelletto StefanoSpinelli 5piccolaINTELLETTO D'AMORE - Dante e le donne
scritto da Gabriele Vacis con Lella Costa
coproduzione Mismaonda e Centro d'Arte Contemporanea Teatro Carcano
con Lella Costa
Nella divina commedia i personaggi femminili non sono molti. Ma quelli che ci sono, sono determinanti. Basti dire che ad accompagnare Dante nel paradiso è una donna: Beatrice. Scelta coraggiosa, perché la donna, in questo modo, assume un ruolo sacerdotale, guida spirituale che precede un uomo nel cammino verso la salvezza. Uno scandalo per il medioevo del sommo poeta. Ma anche oggi, in fondo.
logoDalacarte bdefLa Compagnia di Arti e Mestieri, in collaborazione con Pordenonelegge presenta
DANTE à la carte
A settembre nelle serate di venerdì 17 e sabato 18 a cena e domenica 19 a pranzo gli attori Arianna Addonizio, Meredith Airò Farulla, Filippo Fossa e Paolo Mutti si alterneranno nei ristoranti La Vecia Osteria del Moro e Il Cenacolo di Pordenone per recitare previ “pillole” in versi tratte dalla Divina Commedia.
Gli interventi poetici potranno essere scelti dai commensali direttamente da menu dedicati presenti al tavolo.

 

 

23 SETTEMBRE | VIGONOVO DI FONTANAFREDDA - Biblioteca Civica - ore 18.30
foto racc ind mail 1
 
RACCONTI DI UNA CITTA' INDUSTRIALE

di e con Bruna Braidotti e Romano Todesco alla fisarmonica

Lo spettacolo, l’ironico e puntuale racconto dell’eccezionale sviluppo economico di Pordenone, è una dedica alla città definita “la Manchester del Friuli Venezia Giulia”. Dai primi opifici mossi dall’acqua, alle filande, ai cotonifici fino all’ascesa dei grandi colossi metalmeccanici: Pordenone si distingue per essere una città dal DNA fluviale e operoso, che pulsa ancor oggi per il suo dinamismo. Da qui partì, nel 1997, l’esigenza di Bruna Braidotti di narrare, e di non smettere di farlo, la storia che sintetizza in modo divertente l’identità della città, che, attraverso il suo omaggio, alcuni potranno conoscere come se fosse la prima volta.

INGRESSO LIBERO

 

09 OTTOBRE | MANIAGO - Teatro G. Verdi - ore 20.45
CUSCUNà
IL CANTO DELLA CADUTA di M. Cuscunà
In collaborazione con il Centro Antiviolenza Voce Donna Onlus - Pordenone

 

Al centro dello spettacolo è il mito di Fanes, tradizione popolare ladina ancora diffusa nelle valli centrali delle Dolomiti.  Racconta di un'età dell'oro in cui esseri umani e natura vivevano un rapporto di alleanza che permetteva di vivere in pace e prosperità. In questa età dell'oro la guida del popolo era compito femminile. Poi arrivò un re straniero e le cose cambiarono per sempre: con lui arrivarono guerra e distruzione.  L'autrice/attrice si chiede: la guerra è incancellabile? Il dominio dell'uomo sulla donna è inevitabile? Quel mondo è esistito nell'Europa neolitica e il mito di Fanes ne è testimonianza.  Ciò che è stato può ritornare. Come?  Attraverso l'intreccio tra presenza  del femminile, visione del sacro e struttura sociale.

La realizzazione scenica utilizza modalità tecniche innovative ispirate alla street art di herakut: uno stormo di corvi meccanici dotati di movimento, grazie all’utilizzo di componenti elettronici e robotici e una piccola comunità di bambini-pupazzo superstiti sono i compagni di scena dell’attrice.

 

Per l'acquisto dei biglietti d'ingresso agli spettacoli clicca qui

Per informazioni
043440115 o 3400718557
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.